LETTURA SETTIMANALE DELL'ALBO PRETORIO

AGGIORNAMENTO ALBO PRETORIO DEL 17/12/2012

Nuovo aggiornamento dell'albo pretorio. Ricordiamo che sul sito del comune la documentazione viene rimossa mediamente dopo 15 giorni; si ritiene che questo sia un tempo sufficiente al cittadino per verificare le attività del Comune. Per noi invece la documentazione dovrebbe essere pubblica senza limiti di tempo. Per questo abbiamo creato questo albo pretorio permanente.

Tra le DELIBERE DI GIUNTA troviamo:

DELIBERA 125 'APPROVAZIONE PROGETTI DI MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI - INTEGRAZIONE ART. 15 - COMMA 5 DEL C.C.N.L. 1.4.1999, PER L'ANNO 2012, DELLE RISORSE DECENTRATE VARIABILI'. (D.I.E.).: approvazione progeti di miglioramento dei servizi
Stanziano 10.405,97 euro, per sistemare l'archivio cumunale, per Sportello IMU,
per utilizzo di strumenti per prevenire i sinistri stradali di alcune zone della città avvalendosi di autovelox, apparecchiature fotografiche e videocamere


DELIBERA 127 'APPROVAZIONE METODOLOGIA DI VALUTAZIONE' (D.I.E.).
Imposta i criteri di valutazione e retribuzione della performans individule e organizzativa, secondo criteri strettamente connessi al soddisfacimento del destinatario dei servizi e degli interventi.

DELIBERA 128 RIQUALIFICAZIONE IMPIANTO POLISPORTIVO COMUNALE'. APPROVAZIONE RELAZIONE DI VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA STRUTTURALE E PROPOSTA DI INTERVENTO PER L'ADEGUAMENTO DELL'EDIFICIO E INDIRIZZI AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP. Riqualificazione impianto polisportivo comunale
SI delibera che i lavori verrann affidati all' INg Gallo
Che la spesa per il rispristino dedella capacita portante delle strutture e sostituzione della copertura avra un costo aggiuntivo di 300 mila euro
SI dichiara inagibile la piscinaE ne è interdetto l'ingresso
Si estende l'incarico all'arch B.
Si trasmettono i documenti alla P.d.R e al C.P.M.
Trasmette gli atti all Regione piemonte per richiedere ausili finanziari per la ralizzazione di tali opere di riristino


DELIBERA 129: VARIAZIONE AL PEG CONSEGUENTE ALLA SETTIMA VARIAZIONE DI BILANCIO

CHIUDE LA PISCINA COMUNALE, L'IMPIANTO E' INAGIBILE




E' da oltre un anno che il Comune porta avanti un progetto di riqualificazione della piscina Comunale. Con la determina 144 del 12/2011 vengono assegnati i lavori alla Tecnoedi Costruzioni Srl, per una spesa complessiva di 503.000 (di cui 150.000 finanziati dalla regione). Il progetto nasce come una riqualificazione energetica, con la quale si voleva migliorare la qualità della costruzione esistente dal punto di vista
dell'efficienza energetica.

La riqualificazione energetica prevedeva (e prevede ancora) l'istallazione di un impianto fotovoltaico, ma sono sorti dei dubbi sulla resistenza dei pilastri e del tetto. Come riportato dalla D.G.C. 18 dell'08/03/2012:"è necessario integrare il progetto con un intervento di consolidamento statico dell'intera struttura portante dell'edificio". Tale intervento consiste "nell'eliminazione della copertura esistente [...] e nella realizzazione di una nuova struttura di copertura leggera in acciaio sostenuta da nuove strutture verticali in c.a., distaccate dalla vecchia struttura". Tutto questo al costo aggiuntivo di 180.000 €.
Riscontrammo 3 forti criticità :
1) L'investimento di 180.000 € per non perderne 150.000 € di finanziamento della Regione
2) L'affidamento dei lavori senza una preventiva verifica strutturale
3) L'ammortamento della spesa: una riqualificazione energetica serve a ridurre i costi delle bollette e quindi a risparmiare nel tempo. Ma in questo caso, vista la cifra impegnata da 700.000 € circa ci siamo chiesti in quanto tempo si sarebbe ammortizzata questa spesa.


Il giorno prima dell'ultimo Consiglio Comunale, convocato per il 30/11/2012, è arrivata la perizia strutturale in cui si dichiara l'inagibilità dell'impianto. Per metterla a norma servono altri 300.000 €.
Continua quindi a crescere il costo investito, a questo punto diventa impossibile non chiedersi se convenga costruire una nuova struttura.
Abbiamo verificato che il costo sulla carta di un nuovo impianto si aggirerebbe attorno 1.200.000-1.400.000 €, ci chiediamo che senso avrebbe investire tra gli 800 e 900 mila € (PER ORA) per riqualificare solo esternamente la struttura attuale, mentre la vasca rimarrebbe la stessa.
Troviamo più sensato fare direttamente un nuovo impianto, o nel caso in cui non si trovino subito i soldi, investire i 300.000 per rendere agibile la vecchia piscina, e concentrarsi in futuro su nuovo impianto.

01/12/2012

LAVORI ALLA LEOPARDI ASSEGNATI CON UN RIBASSO DEL 42%



Sono stati aggiudicati i lavori di manutenzione straordinaria della scuola Leopardi. Lavori utili all'ottenimento del CPI, il certificato di prevenzione antincendio, diventato obbligatorio per tutte le scuole. Mentre attendiamo la pubblicazione ufficiale sull'albo pretorio possiamo anticipare che si aggiudica il bando la Impresim Srl che vince con un'offerta al ribasso del 42%.
Si passa quindi da un importo di base d'asta soggetta al ribasso di 214.561 € ad una spesa effettiva di 125.000 € circa. A cui si sommano l'importo non soggetto al ribasso di 65.000 euro circa, per un costo complessivo di 190.000 €.

Un ribasso non indifferente, che è sicuramente un risparmio per il Comune, ma che può far sorgere dei dubbi in merito al risultato finale dei lavori. Con ribassi superiori il 25%-30% diventa molto difficile mantenere un elevato standard qualitativo della manodopera e dei materiali.

Sappiamo che la legge consente l'assegnazione di appalti al massimo ribasso e che è già stata istituita una commissione per il procedimento di verifica delle offerte anormalmente basse.
Oggi però, oltre al criterio dell'offerta più bassa, esiste il "Criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa" dove la scelta dell'offerta non è affidata al mero ribasso del prezzo, ma si fa una valutazione più ampia prendendo in considerazione anche il merito tecnico, la qualità, le caratteristiche estetiche e funzionali, il servizio post vendita, all'assistenza tecnica, i tempi di esecuzione o di consegna, ecc.

Sarebbe quindi opportuno che sia per la costruzione che per la manutenzione degli edifici pubblici (sopratutto quelli scolastici) i lavori vengano aggiudicati attraverso il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa.
Forse così si potrebbero evitare situazioni simili al raddoppio della scuola LA PACE, dove attualmente i lavori sono stati sospesi in seguito a gravi e ripetute violazioni delle norme di sicurezza da parte dell'azienda che si era aggiudicata l'appalto con il 49% del ribasso.

Anche l'affidamento del progetto preliminare per la CPI della Leopardi solleva delle perplessità. Attraverso det. 18 del 12/01/2012 è stato affidato il progetto alla RTP per un costo di 19.975 (esclusi IVA e CNPAIA) tramite affidamento diretto. Ai sensi del Regolamento per l'acquisizione dei beni e servizi in economia è possibile l'affidamento diretto dei servizi di importo inferiore a 20.000 € (esclusi IVA e CNPAIA).
Ma con det. 111 del 14/03/2012 il costo della progettazione sale di 3.000 €. Superando complessivamente i 20.000, limite massimo per l'affidamento diretto.

30/11/2012




PASSAGGIO DI SCORIE NUCLEARI? IL COMUNE INVECE DI RISPONDERE CI HA SEGNALATI IN PROCURA




Il 21/11 abbiamo richiesto al comune, tramite un'interrogazione, informazioni in merito al passaggio di due treni con scorie radioattive previsti per il 27/11 e per il 10/12 (dalle ultime indiscrezioni posticipate a data da destinarsi). Volevamo sapere se il Comune fosse a conoscenza di tali transiti, se la cittadinanza sarebbe stata avvertita e se fosse stato predisposto un piano di emergenza nei giorni del transito sul nostro territorio.
Nel rispetto dell'articolo 50, comma 5°, D.Lgs. 267/2000 e dell'articolo 54 del D.Lgs. 267/2000, il quale al comma 2° dispone che il Sindaco, nella qualità di ufficiale del Governo, può adottare provvedimenti contingibili ed urgenti con lo scopo, la finalità di reprimere e prevenire pericoli che minacciano la pubblica incolumità.

Sono anni che avvengono questi passaggi di scorie altamente pericolosi, basti pensare che in un comunicato stampa del 11/05/2011 Legambiente informava che "rischi ci sono, eccome, il laboratorio indipendente Francese del CRIIRAD, interpellato su questi passaggi, in una nota ha ricordato che questi convogli emettono irraggiamenti gamma (i peggiori e i più penetranti) di almeno 30 metri intorno al Castor e la stessa ASN riconosce che un esposizione di 30 minuti a contatto col Castor sottopone le persone ad assorbire il doppio della dose annua consentita; e come se non bastasse questi convogli contengono Plutonio che in Francia non potrebbero essere trasportati.
Ribadiamo la nostra contrarietà a questi trasporti, che non servono a nulla, non risolvono in alcun modo il problema delle scorie, ma lo rimandano nel tempo, infatti esse ritorneranno in Italia dopo il loro trattamento che non mitiga in nessun modo la loro pericolosità e radiotossicità.
Come Legambientevallesusa abbiamo provveduto ad inviare diffida a tutti i comuni in elenco nel piano provinciale di radioprotezione e alla Regione Piemonte invitandoli alla osservanza delle legge vigenti"


La stessa richiesta è stata fatta in diversi comuni piemontesi e in moti hanno risposto, cosa che, per esempio, ha fatto il comune di Grugliasco.

Qui a Trofarello invece il Sindaco ha deciso di inviare la nostra interrogazione in Procura, facendo quindi una segnalazione, visto che si tratta di formazioni riservate, il tutto dopo averci detto che la nostra non è politica e che vogliamo creare il panico tra la cittadinanza.

28/11/2012


UNIONE CIVILE E TESTAMENTO BIOLOGICO: TUTELIAMO I DIRITTI DI TUTTI



Il 12/11/2012 abbiamo protocollato due mozioni per richiedere l'istituzione di due registri : il registro sulle unioni civili e il registro sul testamento biologico.
Con queste proposte vogliamo sollecitare l'interessa collettivo aprendo un dibattito costruttivo a livello comunale tra maggioranza e le opposizioni.

Come è noto, l'Italia è uno dei pochi paesi Europei a non avere una legge che regolamenta le cosiddette unioni civili, lasciando un vuoto legislativo sempre più insostenibile, visto il continuo aumento del numero di coppie che decidono di convivere indipendentemente dai propri gusti sessuali. L'istituzione di un registro delle unioni civili, oltre ad un valore simbolico, utile a sollecitare  una vera riforma nazionale, ha anche conseguenze pratiche.
Infatti si andrebbero a cancellare alcune discriminazioni e disparità di trattamento di competenza dell'amministrazione comunale in diversi settori, come quello:
- della casa (bandi per la prima casa, assegnazione case popolari, contributi a sostegno di acquisto o affitti)
- dei servizi sociali ed assistenziali (accesso a contributi economici)
- degli anziani e dei minori (diritto di rappresentanza e tutela dei propri conviventi di fronte ai servizi pubblici)
- dei servizi educativi (accesso a asili nido e scuole materne)
Sono questi diritti concreti per le persone che ci hanno convinto a presentare questa mozione.
Inoltre abbiamo presentato sul nostro sito un sondaggio in cui l'82% dei partecipanti si sono dichiarati favorevoli all'istituzione del registro.

Con l'espressione "testamento biologico" si fa riferimento ad un documento contenente la manifestazione di volontà di una persona che indica in anticipo i trattamenti medici cui essere o non essere sottoposti in caso di malattie, traumi cerebrali che possano determinare una perdita di coscienza definibile come permanente ed irreversibile o invalidanti. La persona che lo redige nomina un fiduciario che diviene, (in caso in cui la medesima diventi incapace) il soggetto chiamato ad intervenire sulle decisioni riguardanti i trattamenti sanitari stessi.
Anche su questo argomento manca  una specifica normativa nazionale, ma  è comunque possibile redigere un testamento biologico, come attestato anche dalla Magistratura di merito e di legittimità.
Chi decide di inscriversi nel registro potrà anche inserire le proprie disposizioni in relazione alle altre volontà di fine vita ( la cosiddetta Carta di Volontà ), quali ad esempio:
- la donazione degli organi, la donazione del proprio corpo alla scienza
- le disposizioni in materia di funerale (religioso o civile)
- l'assistenza morale (religiosa o laica) nella fase terminale di vita
- la cremazione e la dispersione delle ceneri
- il desiderio di essere lasciati morire nella propria abitazione.
Tale documento potrà essere modificato liberamente dal cittadino in qualsiasi momento.


22/11/2012