Articoli

SOLO IL MOVIMENTO 5 STELLE TROFARELLO A FAVORE DELLE “SAGRE ECOLOGICHE”



 

Durante l'ultimo Consiglio Comunale e' stata bocciato il nostro progetto di “FESTA ECOLOGICA”. Avevamo proposto l'obbligo dei seguenti accorgimenti durante le manifestazioni/sagre svolte sul territorio trofarellese:

 - Utilizzo obbligatorio di stoviglie biodegradabili o riutilizzabili
- designazione di un responsabile per la gestione dei rifiuti nel corso della festa
- utilizzo di bottiglie con vuoto a rendere
- favorire minor utilizzo di imballaggi
- dare visibilità al regolamento

Questa mozione non aveva solamente evidenti obiettivi ecologico/ambientale, ma anche educativi. Le sagre locali rappresentano un grande patrimonio culturale e di identità del nostro Comune e, in relazione alle dimensioni del pubblico che le frequenta, rappresentano uno strumento ideale per la diffusione di una cultura di rispetto per l'ambiente, che fa della raccolta differenziata dei rifiuti e dell'uso di materiali eco compatibili un asse portante.

Nonostante queste motivazioni solo in Movimento 5 Stelle ha votato a favore, astenuti i consiglieri Fabaro e Visconti di Vivere, contrari tutti i consiglierei della maggioranza e i consiglieri di Proposta-il paese che vorrei e del Gruppo Misto.

Probabilmente gli altri consiglieri, di destra e sinistra, hanno considerato troppo alti i costi delle stoviglie ecologiche. Le associazioni che gestiscono queste festa avrebbero dovuto pagare di tasca loro o aumentare di qualche decina di centesimo di euro i prezzi delle portate nelle sagre. L'assessore di competenza, Ronello Bozzo, sostiene che in un momento di crisi non si possono alzare i prezzi ai cittadini (magari avessero pensato la stessa cosa prima di aumentare l'Imu sulla prima casa). Non è servito a nulla nemmeno proporre di abbattere i costi attraverso un gruppo d'acquisto per comprare in un unico stock le stoviglie necessarie a tutte le associazioni.

Mentre Benissone, ex assessore della Visca1 e della passata amministrazione Tomeo, ora Consigliere di Amministrazione delegato  Covar di Trofarello, sostiene che questo tipo si stoviglie debbano essere inviate ad impianti speciali e che non siano biodegradabili nei siti di compostaggio. Non abbiamo capito se queste dichiarazioni di Benissone, per noi errate, nascano da una sua inesatta conoscenza dell'argomento (mancanza preoccupante per il referente Covar del comune) o se stesse cercando una scusa per giustificare la bocciatura della mozione.

Tutto questo mente a Carmagnola con delibera di consiglio n. 166 del 03/07/2012 si approvava una mozione simile alla nostra. Si vede che lì la crisi non si è ancora fatta sentire...



LA NOSTRA MOZIONE

DELIBERA DI CONSIGLIO 45 DEL 12/07/2012 IN CUI SI BOCCIA LA PROPOSTA
24/07/2012



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna